I miei grazie al decennio

I miei grazie al decennio

Domani si chiude non solo un anno, ma anche un decennio. In queste occasioni per me è importante fare una retrospettiva di ciò che è successo e preferisco farlo pensando agli eventi in termini dei risvolti positivi che hanno portato alla mia vita.

Quindi inizierò questa retrospettiva ringraziando innanzitutto gli stronzi che mi hanno fatto mobbing. Non vi ho perdonato, ho deciso di non farlo. Perché se da una parte ho visto la paura che vi ha spinto a vedermi come una minaccia (purtroppo l’ho capito solo molto tempo dopo, solo grazie al counselling, e quando ormai la situazione era totalmente cambiata) e comprendo la vostra paura di perdere ruolo, potere e soldi, non perdono il comportamento da subdoli e codardi che avete avuto con me, i miei collaboratori e colleghi. Le persone possono essere spostate o addirittura licenziate, ma puoi farlo mantenendo il rispetto per ciò che hanno fatto fino a quel momento. Voi invece avete deciso di farci credere di non valere nulla, avete giocato con la salute mentale di seri professionisti e questo è da infami. Però di una cosa vi ringrazio: mi avete costretto a lavorare sulle mie rigidità. Ero talmente rigida nel mio ruolo – anche io temevo di perderlo – che ogni vostro colpo mi scalfiva, ferendomi. Fossi stata più morbida, probabilmente i colpi sarebbero stati attutiti o rimbalzati. E’ stata una grande lezione. Grazie e anche un po’ no.

 

Grazie allo psicoterapeuta che mi ha aiutato a rimettermi in piedi e mi ha nominato il diploma in counselling. Insieme all’incontro di colui che sarebbe diventato mio marito, è ciò che mi ha ridato una nuova vita.

Grazie a mio marito. Mi sono innamorata del suo modo di guardare il mondo e delle sue capacità di rimanere nel cuore delle persone. Queste sue doti continuano ad essermi di aiuto e di grande ispirazione. Grazie per essere un marito e un padre stupendo, mio amico e mio complice. Non sono stati anni semplici, ma siamo stati bravissimi!

Grazie a mia madre che mi dà una grandissima mano con tante faccende materiali, permettendomi di lavorare e di passare più tempo di qualità con i bambini.  Ma come fanno le mamme lavoratrici che non hanno nessuno vicino?! Io sarei impazzita!

 

Grazie ai miei genitori e a mio marito che mi hanno permesso di portare a termine la mia formazione, di ottenere il diploma in counselling e di fare altri 3 anni da co-trainer. Grazie per i sacrifici che avete fatto per me. Il counselling è il mio Ikigai, come dicono i giapponesi, il mio scopo di vita (almeno uno) e il fatto che mi sembra esserci arrivata per una serie di fortuite coincidenze, lo rende ancora più magico e degno di un ringraziamento anche al Cielo.

Grazie ai miei figli. Avervi è stata la cosa più traumatizzante a livello mentale e fisico che mi sia mai capitata. Ma siete anche un dono prezioso di amore e continue occasioni per mettermi alla prova, praticare ciò che insegno e lavorare su me stessa. Praticamente altaleno tra occhi a cuoricino e sguardo satanico, ma capita sempre meno. Sono sulla buona strada.

 

Grazie a chi ha creduto in me e nella mia professionalità, aprendomi porte e offrendomi opportunità. Mi permettete di vivere della mia passione.. Cosa voglio di più? Sempre più occasioni… non mi basta mai!

Un grazie lo dico anche a me stessa per la mia capacità di mettermi in discussione e di auto- infliggermi un calcio in culo per andare oltre l’autocommiserazione o lo scarica barile.

 

E un ultimo grandissimo, enorme, fantastiglioso grazie ai miei clienti: dal profondo del cuore vi ringrazio per avermi affidato le vostre storie, preoccupazioni e paure. Siete delle straordinarie fenici, e ogni volta che vi vedo rinascere dalle vostre ceneri il mio cuore è più grande e più caldo. Ancora grazie!

 

Adesso sono pronta a voltare pagina con i buoni propositi per il 2020. A tutti voi grazie di avermi letto. Vi auguro un anno pieno di nuove buone occasioni. Chiara

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarvi messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le vostre preferenze. Se volete saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consultate la pagina "Cookie Policy". Proseguendo la navigazione acconsentite all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso cliccando sul tasto OK. COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi